Menu di navigazione+
Notizie da Borgo Spante…  Cani & Oche!
Continua a leggere

Scaramucce primaverili Fire, in esplorazione mattutina, è irresistibilmente attratto dal cespuglioso nido di King e Signora. Le nobili Oche del Campidoglio di Spante disturbate da questa attenzione, dopo aver risvegliato con i loro schiamazzi tutto il vicinato, si mettono in formazione di agguerrita difesa Martina, l’Oca Canadese, con distacco controlla gli eventi come un osservatore...

Continua a leggere
Un abbraccio da Donna dell’Arcobaleno
Continua a leggere

Un abbraccio da Donna dell’Arcobaleno che circonda, con la sua armonia colorata e silenziosa, il campanile e il prato di Spante… Dopo tanto tuonare e balenare di stanotte, dopo che pioggia e grandine, con grande strepito, hanno movimentato le ore scure, gli arcobaleni si moltiplicano in cielo e negli angoli più protetti del giardino invitando tutti a lasciarsi cullare su un amaca di luce...

Continua a leggere
Orchidea Selvaggia
Continua a leggere

Primavera, bonaccia, viaggi in mondi lontani… Specie esotiche, sensuali, femminili, colorate, che abitano la zona iperborea delle immense foreste pluviali… Vivono d’aria, di rugiada e di bellezza, epifite e stravaganti, sospese ai tronchi degli alberi umidi e millenari… Eccole, le Regine esotiche dei fiori: le Orchidee! Le più umili sorelle: Vicino al chiappino, la Buglossoides versicolor… Nasce col fiorellino rosa che dopo la fecondazione...

Continua a leggere
Tartufi & Tartufi
Continua a leggere

Tartufi & Tartufi

24/11/2014 da

Chissà se Rocco e Dafne, cominciando nei loro giovani giorni, avessero imparato il modo giusto per entrare in sintonia col “tuber ipogeum”… Tartufi “umidi e vibranti” cercano Tartufi “sotteranei e profumati” in un doppio cerchio di piacere e collaborazione “infinita”… Ora i cani di Spante sono troppo vecchi per farlo, ma guardano con curiosità Loriano e il suo amico annusare, esplorare, grattare e scavare...

Continua a leggere
Rondini che sbagliano casa…
Continua a leggere

Visite… Basta aprire la loro porta, nella casa sopra la Cappella, e loro subito entrano in visita, garrule sfrecciano in questo cielo che sa di Estate… di solito abitano all’attico: tra tegola e coppo allacciano le loro case pendule di terra, ramoscelli e fili d’erba e da lì decollano in slanci senza fine. Ecco i nostri primi ospiti… creature “ali-munite” e indipendenti, curiose e...

Continua a leggere